3.1 – I nonni se ne vanno prima dei nipoti

3.1 – I nonni se ne vanno prima dei nipoti

Una mattina del memorabile inverno 1924 nonno Castronovo decise ch’era arrivato al capolinea; quindi, che non valesse più la pena d’alzarsi dal letto. Se da un lato era giunto al novantatreesimo anno di esistenza – traguardo assai raro per quell’epoca – d’altro...
3.2 – I fiori di mamma Maria

3.2 – I fiori di mamma Maria

I funerali si svolsero in un pomeriggio di due giorni più tardi, con un cielo di un’oscurità adatta all’occasione. Le cose e le persone si distinguevano male, causa una nebbia tanto rara quanto inquietante, provenuta da chissà dove in quella terra che non la subisce...
3.3 – La condotta medica di paese

3.3 – La condotta medica di paese

Nei giorni sonnolenti delle vacanze scolastiche ogni tanto il babbo proponeva al piccolo di accompagnarlo in qualche visita fuori paese. I motivi per questi inviti erano numerosi: farsi un’idea delle condizioni di povertà in cui versava la gran parte dei paesani –...
3.4 – I misteri della fede

3.4 – I misteri della fede

La religione per Vittorio era parte basilare delle abitudini familiari, delle imposizioni scolastiche. Nonché una serie di storie raccontate dal parrino e un costume seguito dalla stragrande maggioranza della popolazione. In realtà si dovrebbe parlare di unanimità,...
3.5 – Don Ciccio, tutto casa e putìa

3.5 – Don Ciccio, tutto casa e putìa

A un certo punto il lungo corteo, nel punto massimo d’affollamento – si era poco prima di pranzo e al termine della processione – passò sotto casa di don Ciccio Vitale. Si trattava del più potente capo mafia nel “mandamento” 112 di Bagheria-Aspra-Ficarazzi, cui...
3.6 – All’ombra della cappella di famiglia

3.6 – All’ombra della cappella di famiglia

All’ombra della cappella di famiglia   La “chiesuzza” di Villa, come veniva spesso chiamata, era una piccola costruzione religiosa, adibita non si era mai ben capito a cosa. Ai primi del ‘900 (era stata costruita a fine ‘700) Maria, molto religiosa – ma senza...