fbpx
2.10 – Anche le strade hanno occhi

2.10 – Anche le strade hanno occhi

Trascorsero altre due settimane scivolando senza scosse né picchi particolari, come fa il tempo quando decide di lasciar vivere le genti nella loro quotidiana atmosfera intrecciata di abitudini e fatiche prive di novità. Vittorio studiava e faceva i compiti e si...
2.9 – In cerca del padre

2.9 – In cerca del padre

Arrivati alla villa il ragazzino di un tempo che si contava in pochissimi anni ma che a lui risuonava come un’eco remota si ritrovò nel parco come fosse pronto per rifare una delle battaglie con gli amici estivi. Ma si rese conto in pochi istanti della realtà: un...
2.8 – Viaggio per Bagheria

2.8 – Viaggio per Bagheria

L’indomani Vittorio rientrò per pranzo con un bel otto in matematica e algebra, soddisfacendo in particolare la fidata sorella. <<N’atra vota prima studii bono e ti pigghi un beddu voto. E doppu ti nni vai a firriari cu a picciuttedda 41>>, gli sussurrò...
2.7 – Equazioni impossibili

2.7 – Equazioni impossibili

L’indomani l’interrogazione con la signora Matematica andò meglio del previsto. Prima della corsa in bicicletta, a una velocità che avrebbe destato una strizzata d’occhio di Costante Girardengo, intercorse fra i due coetanei un bacio appassionato, in un vicolo vicino...
2.6 – Un mondo di sguardi

2.6 – Un mondo di sguardi

Un gruppetto di anziani erano stretti in un angolo del grande bar fra piazza Politeama e via Libertà, intenti a sentire un discorso del segretario del partito Augusto Turati. La precedente URI-Unione Radiofonica Italiana del 1925 si era appena trasformata in EIAR-Ente...
2.5 – Di cuore e di testa

2.5 – Di cuore e di testa

Vittorio percepiva quella prima immersione nelle acque metropolitane come una fulminea scuola per affrontare la città nel modo più inoffensivo possibile. Invece il tutto si stava trasformando in un successo. La scuola lo aveva accolto benissimo, tra nuovi amici,...